La noia sarà solo un brutto ricordo! Con la Music Learning Theory Imparerà divertendosi.

Perchè il metodo classico non funziona

Molto spesso un metodo che ha una lunga storia non si mette in discussione, un po’ per inerzia un po’ perché si potrebbe pensare che se è così da molto tempo debba per forza esser corretto. Questo è ciò che è successo anche con il metodo d’insegnamento musicale di tipo “classico”. Per moltissimo tempo non è stato mai messo in discussione e si è sempre ritenuto fosse l’unica strada percorribile per insegnare la musica. Ma la verità è che il metodo “classico” ha molte lacune e crea squilibri nei ragazzi. Per tua fortuna ora sei nel posto giusto per scoprire quali sono i problemi che si nascondono dietro questo metodo di insegnamento e anche come superarli.

 

La rivoluzione della music learning theory

Ma qual è concretamente questo punto di vista e perché è così diverso? Pensa a come hai imparato a parlare… prima hai ascoltato le parole dei tuoi genitori, hai appreso il più possibile dall’ambiente che ti circondava e solo dopo hai iniziato a parlare.

Gordon pensa al linguaggio musicale alla stessa maniera: un bambino comincia a sviluppare il linguaggio musicale a partire dai primi mesi di vita, soprattutto se cresce in un ambiente ricco di stimoli musicali di qualità, sviluppando l’orecchio musicale, e solo nel tempo diventa capace di esprimere quanto ha appreso fino a quel momento.

Fatta questa doverosa premessa, adesso potremmo scrivere interi libri per approfondire e analizzare in dettaglio quale sia l’approccio della Music Learning Theory. Ma immaginiamo che tu sia una mamma molto impegnata, quindi abbiamo pensato sia meglio darti una panoramica su quali siano le peculiarità della Music Learning Theory.

Questo approccio alla musica non è assolutamente statico, anzi, si presenta come informale e giocoso. Non sono previste parole durante le lezioni di musica, né tantomeno i noiosissimi esercizi di tecnica e solfeggio;

A lezione si partecipa a piedi scalzi, affinchè ci si possa immergere a pieno nello sperimentare e vivere l’esperienza musicale mentre si diverte con speciali attività ludiche, così da imparare con leggerezza;

Sulla base di 50 anni di studi scientifici, riflessioni e teorie sulla didattica musicale, si favorirà lo sviluppo dell’attitudine musicale del bambino seguendo le sue naturali potenzialità. E potrà succedere sin dai suoi primi giorni di vita, a condizione che l’ambiente in cui cresce risulti ricco di stimoli musicali di qualità;

Lo sviluppo dell’audiation (la capacità di immaginare la musica non “fisicamente” presente) segue lo stesso procedimento che è previsto per l’apprendimento del linguaggio. Dando quindi la possibilità al bambino di maturare questa capacità assecondando i suoi tempi e le sue naturali capacità.

Si condividono spazi e tempi con altri bambini, con l’obiettivo di non far mai conoscere a ciascuno di loro il disagio di dare voce ai propri istinti e alle proprie attitudini anche in presenza di altri, non conoscendo così neppure l’imbarazzo di esibirsi dinanzi ad un pubblico.

Cosa otterrà il tuo bambino

Il nostro metodo di insegnamento ti incuriosisce, ma non sai se davvero sarà adatto per il tuo bambino o la tua bambina?

Vivi e lascia che viva con noi, un’esperienza magica!

PARTECIPA ALLA NOSTRA OPEN CLASS